Corsi prematrimoniali

La catechesi in preparazione al Sacramento del Matrimonio è strutturata in un percorso suddiviso in otto incontri. Durante l’anno la Parrocchia offre due percorsi serali.

Per il 2019 i corsi si svolgeranno in due edizioni:

  • Edizione di Gennaio nelle seguenti date: 18-19-25-31/1 + 2-8-9-16/2

dalle ore 21 alle ore 22.30

  • Edizione di Giugno nelle seguenti date: 7-8-13-14-15-21-22/6

dalle ore 21 alle ore 22.30

Per ricevere informazioni e/o iscriversi potete farlo in diversi modi:

  • inviare una mail all’indirizzo: resurrexit.vox@gmail.com
  • recandovi di persona presso l’Ufficio Parrocchiale aperto nei giorni MAR-MER-GIO dalle ore 17:00 alle ore 19:00

 

“Sposarsi in Chiesa” é una scelta di vita, che impegna nella morale del vivere quotidiano e nella finalità della vita di coppia. Siamo insieme nel nome del Signore, siamo insieme per sempre, siamo insieme per una missione: perpetuare nel tempo la paternità di Dio. Ricevere il sacramento del matrimonio – a cui il corso per i fidanzati si finalizza – impegna a vivere il dono del Signore per sé e per la comunità. “Sarete miei testimoni nell’amore“.

I corsi per i fidanzati non possono esaurire la preparazione al matrimonio, ma, come affermano i Vescovi italiani nel Direttorio di pastorale familiare, «la forma più rispondente alla realtà del matrimonio e alle esigenze attuali, è quella degli itinerari di fede. Tale forma non è solo da privilegiare, ma deve diventare sempre più la “norma” nel cammino di preparazione al matrimonio, …In particolare, il metodo e i contenuti di questi itinerari devono ispirare ogni forma di preparazione, a partire dai cosiddetti “corsi per fidanzati”».

Papa Francesco: “Il fidanzamento ha a che fare con la fiducia, la confidenza, l’affidabilità. Confidenza con la vocazione che Dio dona, perché il matrimonio è anzitutto la scoperta di una chiamata di Dio. Certamente è una cosa bella che oggi i giovani possano scegliere di sposarsi sulla base di un amore reciproco. Ma proprio la libertà del legame richiede una consapevole armonia della decisione, non solo una semplice intesa dell’attrazione o del sentimento, di un momento, di un tempo breve… Richiede un cammino. I fidanzati devono imparare a conoscersi. … Non c’è il matrimonio express: bisogna lavorare sull’amore, bisogna camminare. L’alleanza dell’amore dell’uomo e della donna si impara e si affina. Mi permetto di dire che è un’alleanza artigianale. … Il cammino verso il matrimonio è importante quindi che sia guidato, ed è per questo che la Chiesa propone i cosiddetti corsi per fidanzati. Certo, spesso chi vi si accosta lo fa controvoglia, ma tuttavia sono in molti che, dopo averli frequentati, alla fine ringraziano, perché in effetti hanno trovato lì l’occasione – spesso  l’unica! – per riflettere sulla loro esperienza in termini non banali. Sì, molte coppie stanno insieme tanto tempo, magari anche nell’intimità, a volte convivendo, ma non si conoscono veramente. Sembra strano, ma l’esperienza dimostra che è così. Per questo va rivalutato il fidanzamento come tempo di conoscenza reciproca e di condivisione di un progetto. Il cammino di preparazione al matrimonio va impostato in questa prospettiva, avvalendosi anche della testimonianza semplice ma intensa di coniugi cristiani”.
(Udienza generale del 27/5/2015)

Documenti e istruzioni per la pratica del matrimonio concordatario

RELIGIOSI
a) Certificato di Battesimo uso matrimonio (comprensivo cioè delle note marginali);
b) Certificato di Cresima;
c) Certificato di stato libero (se occorre).
CIVILI
a) Contestuale (cittadinanza, residenza e stato libero) in carta libera.
b) Certificato di Eseguite Pubblicazioni Civili per un matrimonio concordatario


Certificato di Battesimo
Il certificato non deve superare i sei mesi dall’emissione. La scadenza si giustifica per la presenza di eventuali annotazioni marginali sull’atto di battesimo che possono alterare lo stato giuridico del/la nubendo/a.

Certificato di Cresima
Il certificato non ha scadenza.

Stato libero ecclesiastico
Il Parroco che istruisce la pratica redige anche la prova testimoniale di stato libero dei nubendi che dopo il sedicesimo anno di età hanno dimorato in una Diocesi diversa da quella in cui hanno il domicilio.

Certificato Contestuale
È un documento cumulativo da richiedere in carta libera presso lo sportello demografico del proprio Municipio che contiene: – residenza – cittadinanza – stato libero.


La pratica matrimoniale a norma del can. 1115 C.J.C., si può svolgere indifferentemente nella parrocchia di domicilio di uno dei due nubendi.


La pratica step by step….

  1. Recarsi presso la parrocchia di uno dei due nubendi e prendere appuntamento con il parroco per dare inizio alla pratica matrimoniale.
  2. Il giorno concordato i nubendi portino tutti documenti necessari sopra riportati. Il Parroco, al termine della pratica rilascerà ai nubendi il Mod. X (Richiesta di pubblicazioni civili) che dovrà essere consegnato all’Ufficio dello Stato Civile del Municipio, il quale, trascorso il tempo dell’affissione delle pubblicazioni, restituisce ai nubendi il Certificato di Avvenute Pubblicazioni Civili che, a loro volta, riconsegneranno al Parroco con il quale stanno svolgendo la pratica matrimoniale.
  3. Contemporaneamente il Parroco provvederà ad affiggere le pubblicazioni di matrimonio nella propria parrocchia e invierà, qualora uno dei due nubendi non appartenga alla sua stessa parrocchia, tramite gli stessi nubendi, la richiesta di pubblicazioni da effettuarsi presso altra parrocchia. Le stesse saranno affisse per un periodo di otto giorni, comprendendo, al loro interno, due domeniche. Il nubendo appartenente ad altra parrocchia, dovrà provvedere a consegnare al rispettivo Parroco la richiesta di pubblicazioni nonché ritirare il modulo di avvenute pubblicazioni e riconsegnarlo al Parroco che istruisce la pratica matrimoniale.
  4. Una volta ottenuta tutta la documentazione necessaria il Parroco metterà tutta la documentazione in una busta chiusa che i nubendi provvederanno a consegnare all’Ufficio Matrimoni della Diocesi di Roma, (presso il Palazzo del Vicariato di Roma, Piazza di S. Giovanni in Laterano 6/A – 00184 ROMA tel. 06-698.86.235 – fax 06-698.86.502. L’Ufficio Matrimoni è aperto al Pubblico per le Pratiche Matrimoniali dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle13:00; il martedì e il mercoledì anche dalle 14:00 alle 17:00. Sabato chiuso.)
  5. Una volta che l’Ufficio Matrimoni apporrà il Nulla Osta alla pratica matrimoniale, la stessa andrà consegnata, da parte dei nubendi, al Parroco dove verrà celebrato il matrimonio.

pdf Scarica la la lista dei documenti e la descrizione delle pratiche
in versione PDF stampabile

 


Dopo il matrimonio

Dopo il matrimonio, la parrocchia propone ai giovani sposi diverse opportunità per poter proseguire in ambito parrocchiale il proprio cammino di coppia/famiglia, …una di queste è il gruppo giovani coppie, tenuto dal diacono Paolo Verderame.